• Il Bosco Incantato

Numerose sono le attività espressive, ossia quelle che consentono al bambino di esprimere la sua personalità e di comunicare le sue esperienze, i suoi bisogni e le sue preferenze, di comprendere gli altri e di essere compreso.

Tra le principali attività espressive per la prima infanzia si utilizzano:

- attività costruttive e manipolative;

- attività grafico-pittoriche;

- educazione musicale;

- educazione psicomotoria.

attività ludiche, psicomotricità, attività pittoriche

Le attività costruttive e manipolative hanno lo scopo di fornire al bambino gli strumenti per esprimersi e per sviluppare le capacità cognitive ed affettive. Le più usate sono sicuramente il collage, le costruzioni con materiale strutturato, il modellaggio con la plastilina e altro materiale plasmabile (didò) che stimolano la fantasia, rafforzano la capacità di osservazione e le modalità interattive con l’ambiente circostante.

Le attività grafico pittoriche costituiscono un momento importante nella vita del nido per il grosso interesse che suscitano nei bambini. La produzione grafica inizia casualmente,verso la fine del secondo anno, sotto forma di scarabocchio. Il bambino inizia a tracciare dei segni per il piacere di rendere visibili le conseguenze dei movimenti del suo braccio e della sua mano; inconsapevolmente egli esprime alcune caratteristiche di personalità sia nel tipo di tracciato sia nel suo modo di utilizzare il foglio. Verso i tre anni il bambino riesce a controllare la motricità manuale e non solo compie il movimento ad onde, ma riesce ad effettuare anche il movimento di ritorno, riuscendo a rintracciare il punto di partenza e a riprodurre la figura chiusa di forma circolare. Le attività grafico pittoriche nel nido devono offrire al bambino l’immediata consapevolezza del prodotto del suo lavoro, pertanto i materiali saranno coloratissimi di semplice uso e di grande effetto: grossi pennarelli lavabili, cartoncini colorati, gessetti.

Al nido ci sarà sempre un angolo predisposto per le attività grafico-pittoriche in modo che i bambini possano disegnare liberamente ogni volta che lo desiderano, senza limiti alla creatività e senza l’imposizione di interessi diversi dai loro. Inoltre nei bambini più grandi si stimolerà la capacità espressiva chiedendo loro di esprimere verbalmente oppure con il linguaggio gestuale ciò che hanno raffigurato.

Le attività grafico-pittoriche da noi proposte avranno obiettivi diversi in funzione delle diverse età:

- capacità di usare l’oggetto con cui disegnare (penna, matita, pastello o pennarello), che richiede una buona capacità di prensione e manipolazione;

- discriminazione dei colori e loro denominazione;

- discriminazione delle forme;

- conoscenza spaziale, dentro/fuori, vicino/lontano, alto/basso, sotto/sopra, parte/tutto;

- capacità di esprimere i propri pensieri, i sogni, le paure, i desideri ecc.;

- controllo grafico, che si fonda sulla coordinazione oculo-manuale e sul controllo della motricità fine.

disegni bambini, lavoretti bambini, laboratori didattici

L’educazione musicale contribuisce a formare la personalità globale del bambino, offrendogli nuove possibilità espressive e comunicative.

La musica stimola la percezione uditiva, favorisce la formazione del senso estetico, incoraggia il bambino ad esprimere sensazioni ed emozioni attraverso la preferenza per i diversi generi musicali.

Tra i metodi di musicoterapia si utilizzano:

- il metodo auditivo, che consiste semplicemente nel far ascoltare ai bambini dei brani musicali e ha lo scopo di “educare all’ascolto” e di stimolare il senso artistico;

- il metodo partecipativo, che comprende ritmica, danza, canto e l’utilizzo di uno o più semplici strumenti per la produzione musicale.

L’educazione psicomotoria è un programma globale di educazione al movimento inteso come una fondamentale modalità espressiva della personalità.

La motricità è una delle dimensioni della personalità ed è strettamente correlata con le altre dimensioni: intelligenza, affettività, volontà, socializzazione etc.

Attraverso l’educazione psicomotoria il bambino può conseguire un buon controllo emotivo, un aumento della sicurezza personale, la padronanza di sé e un rapporto gratificante con l’ambiente.

I momenti principali dell’educazione psicomotoria all’interno del nido sono: educazione al movimento che consiste nel controllo corporeo, nell’autodisciplina, nell’armonizzazione dei gesti avente come scopo il conseguimento di obiettivi specifici ma, soprattutto, nell’educazione all’espressione.

L’educazione motoria stimola ogni bambino ad esprimersi in modo personale attraverso il movimento, a considerarlo una forma di linguaggio altrettanto ricca di quella verbale ed a ricercare uno stile costruendosi uno spazio e attribuendosi dei tempi propri nell’attuazione dei progetti.

I giochi e le attività utili allo sviluppo della coordinazione oculo-manuale sono: lanci della palla, giochi con gli anelli, i birilli e le piastrelle.  

IL BOSCO INCANTATO | 19/D, Via Ss. Trinità - 25032 Chiari (BS) | P.I. 02602080984 | Tel. 030 7000556 | il_boscoincantato@virgilio.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy